DD DON MILANI TERNI

Yes, we STEM: innovazione didattica con le STEM

 

Nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, la nostra Direzione Didattica ha ottenuto l’assegnazione di un contributo ministeriale per finanziare il progetto “Yes we STEM: innovazione didattica con le STEM”.


Il progetto

Il progetto, sviluppato dai nostri insegnanti, prevede la nascita di un laboratorio STEM che possa diventare un’eccellenza della didattica della nostra scuola, portando a un nuovo approccio delle discipline.  Infatti le aree laboratoriali saranno fruibili da tutte le nostre classi, prevedendo una specifica dotazione differenziata per ogni ordine di scuola. Il laboratorio è pensato con apposite aree dedicate alla robotica, al making 3D, al coding, alla realtà virtuale e alla tecnologia.

Uno specifico team di insegnanti si occuperà della gestione, organizzazione, formazione e didattica del laboratorio. Infatti, oltre ad essere disponibile per le ordinarie attività didattiche di tutte le classi, il team produrrà un vero e proprio catalogo di offerte formative da organizzare nel corso dell’anno. Queste attività vogliono proporre un approccio multidisciplinare con le stem. Inoltre il laboratorio vuole essere anche il centro della formazione del personale scolastico. Superato il periodo di pandemia, il laboratorio può essere un punto di eccellenza anche per attività aperte anche a bambini di altre scuole.

Ma cosa sono le STEM?

Nella sua forma più elementare, STEM sta per Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica (in lingua inglese). Ma l’educazione STEM è molto più che unire insieme i titoli delle materie. È una filosofia dell’educazione che abbraccia abilità e materie di insegnamento in un modo che assomiglia alla vita reale.

Perché è importante l’educazione STEM?

La componente chiave di STEM è l’integrazione. Invece di insegnare discipline in silos di materie indipendenti, le lezioni sono a tutto tondo, basate su progetti e indagini, con un focus sull’apprendimento interdisciplinare. Le STEM sono in linea con il modo in cui lavoriamo e risolviamo i problemi nella nostra vita quotidiana. Rendendolo un modo eccezionale di istruire e apprendere. Con STEM insegniamo le abilità nel modo in cui verranno utilizzate nella forza lavoro e nel mondo reale. Raramente un lavoro richiede solo un set di abilità come la matematica. Si pensi a un architetto: usa la scienza, la matematica, l’ingegneria e la tecnologia per fare il proprio lavoro. Tali discipline, intrecciate in modo pratico e senza soluzione di continuità, consentono all’architetto di progettare edifici complessi.